Legge 194, deputate di Sel in rosso come la donna icona della protesta ad Istanbul

Deputate di Sel vestite di rosso a Montecitorio dove si discute la mozione che chiede la piena applicazione della legge 194. Le parlamentari di Sel hanno deciso di richiamare l’attenzione sull’applicazione della legge sull’aborto, indossando un abito rosso come quello di Ceyda Sungar, la ragazza di Istanbul colpita dal gas urticante di un agente di polizia e diventata uno dei simboli della protesta contro il governo di Recyp Erdogan.

A Montecitorio, in un‘aula semivuota, le parlamentari si sono presentate indossando un completo rosso in omaggio alle proteste in corso in Turchia e alla “donna in rosso” diventata simbolo della rivolta. Con il loro atto di protesta le deputate hanno voluto anche accendere i riflettori sulle mozioni in fase di studio alla Camera sull’obiezione di coscienza, che potrebbero indebolire la legge 194 sull’interruzione di gravidanza. La mozione in discussione chiede la garanzia che ogni struttura ospedaliera, pubblica o convenzionata, abbia “un’adeguata presenza di personalemedico non obiettore.