Report Boreano


Report sul coordinamento e l'assistenza dei servizi minimi essenziali di assistenza ai migranti nell'area del Vulture Alto Bradano.

Curato dalla Provincia di Potenza | Assessorato alle Politiche Sociali, Pace e Immigrazione


Leggi il report:
|

Morte Colombo, il ricordo degli esponenti di SeL Basilicata



La morte di Emilio Colombo segna la definitiva uscita di scena della generazione dei protagonisti della lenta e faticosa costruzione della democrazia e della repubblica italiane.
Nel salutare l’ultimo padre costituente il rispetto e la commozione prendono il sopravvento, anche sulle tante e controverse vicende cui è legata la sua lunga e prestigiosa carriera politica.
|

Murante e Pennesi su morte giovane lavoratore di Potenza




La notizia della morte sul lavoro del diciottenne Rocco Lauria ci coglie attoniti, non mancando di lasciare un senso di rabbia che non possiamo e non vogliamo celare, perché riteniamo inaccettabile che si muoia in giovanissima età vittima della necessità di un lavoro.
|

F35, slitta a domani il voto alla Camera sulla mozione per dire stop all’acquisto. Pressing della Rete sul Pd

Il ministro della Difesa Mario Mauro difende la partecipazione dell’Italia al programma del nuovo contestato caccia americano F35 mentre alla Camera è slittato a domani il dibattito e il voto sulle mozioni presentate (una a favore e una contraria) sui caccia Joint Strike Fighters (Jsf), come viene chiamato l’aereo di nuova generazione.La mozione contraria agli F35 è stata presentata dai parlamentari del Movimento 5 stelle e da Sel ed ha ricevuto l’adesione anche di alcuni esponenti del Pd. La mozione a favore dei Jsf è stata invece presentata da Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni.
|

F35, Fratoianni: i problemi al governo non li crea Sel, se li crea da solo

Sinistra Ecologia Libertà non vuole creare problemi al governo: a quello ci pensa il governo stesso. Sel vuole evitare al Paese uno spreco gigantesco con l’acquisto degli F35, che diventerebbe anche uno scandalo di questi tempi. Cosi Sel affida all’on. Nicola Fratoianni la replica all’esponente del Pd sen. Nicola Latorre che afferma che unico scopo di Sel è quello di creare problemi al governo Letta. E poi – conclude l’esponente di Sel – in campagna elettorale, solo pochi mesi fa, abbiamo detto no agli F35. Lo hai dimenticato?
|

Incendio sede Sel-Pd. Migliore: individuare responsabili, la Roma democratica condanni atti violenti

Esprimo la mia personale vicinanza e di tutto il gruppo Sel della Camera dei Deputati ai militanti di Sel e del PD Prati per il grave episodio che ha distrutto la sede di Via Pietro Giannone.Lo afferma Gennaro Migliore, presidente dei deputati di Sinistra Ecologia Libertà.
|

F35, alla Camera oggi il voto sulla mozione per dire stop all’acquisto. Pressing della Rete sul Pd


Nella seduta di oggi, 25 giugno 2013, verranno discusse due mozioni sul programma di acquisto dei cacciabombardieri F35.
Oltre alla mozione di M5S e SEL verrà discussa anche una mozione di Fratelli d’Italia, con primi firmatari Giorgia Meloni e Ignazio La Russa, di segno diametralmente opposto, in cui si chiede al Governo di confermare il programma di acquisto dei cacciabombardieri.
|

Vendola ammonisce il Pd: balla coi lupi, serve un new deal per il lavoro

Intervista alla Gazzetta del Mezzogiorno 
 
Dai tecnici alle larghe intese: non è cambiato nulla, si parla di flessibilità e mai di come riqualificare il sistema industriale.
Il premier si faccia sentire nella Ue. Il ministro Idem dovrebbe dimettersi, ma il paradosso che lo chiedono i giornali del più grande evasore, Berlusconi
|

F35, per Barack Obama gli aerei sono troppo cari e malfuzionanti

Sul sito lettera43 un articolo di Marco Mostallino rivela i conteunti del rapporto che il Dipartimento della Difesa ha preparato per il presidente e che sottolinea la non sostestenibilità del programma.

Secondo Obama senza ulteriori e costosi miglioramenti l’F35 Joint Fight Striker non risponde completamente ai requisiti necessari per il combattimento.
|

Giovanni BAROZZINO e Antonio PLACIDO su emergenze ambientali della murgia materana.


Le continue emergenze ambientali cui assistiamo nella nostra regione ci impongono una discussione franca e rigorosa, e oramai non più rinviabile, su quale futuro immaginiamo per questa regione. Registriamo segnali che non permettono nessuna serenità: pensiamo alle richieste di nuove indagini per la ricerca d’idrocarburi, ma anche alla bocciatura – prevedibile e prevista – della moratoria sul blocco delle estrazioni.
|

Interpellanza urgente su Centrale del Mercure da parte dei Deputati di Sinistra Ecologia e Libertà.

I sottoscritti chiedono di interpellare il Ministro dello sviluppo economico, il Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare e il Ministro della salute, per sapere – premesso che: 
|

Intervista di Sara LORUSSO (Il Quotidiano di Basilicata) a Maria MURANTE (coordinatrice regionale SeL Basilicata)


Maria Murante ha 29 anni, viene dall'associazionismo e dall'impegno civico. Lucana, di Ferrandina, di quelle facce che ti fanno riprendere confidenza con la politica. Candidata in parlamento dopo la sfida delle primarie, a Montecitorio non è approdata, ma fa nulla. Il territorio continua a girarlo in lungo e largo comunque. Ora, diventata coordinatrice di Sel Basilicata, deve portare il partito alle elezioni regionali di novembre. 

Partiamo dal contesto: la distanza tra società e politica, la delusione verso la classe dirigente, l'astensionismo. Come si recupera la cittadinanza?
 
Lo scollamento tra società e politica – o, in altri termini, tra rappresentati e rappresentanti – è la cifra della crisi che vive oggi la democrazia rappresentativa. Come risposta a tale scollamento credo diventi essenziale recuperare innanzitutto un rapporto della politica con i territori e le comunità, cercando di tornare ad essere il punto di collante e il ponte di comunicazione tra quelle che sono le singole istanze territoriali e quella che deve essere l'azione di governo.
|

SeL Basilicata su Italcementi SpA di Matera

La notizia – pubblicata lo scorso mese di maggio su La Gazzetta del Mezzogiorno – in merito alla presentazione di un progetto, da parte della Italcementi Spa di Matera, volto all’incremento e all’utilizzo di rifiuti non pericolosi come combustibile fino a 60.000 tonnellate l’anno e per l’uso di Combustibili Solidi Secondari (CSS) esclusi dal regime dei rifiuti, oltre a preoccuparci oltremodo ci interroga severamente sul futuro che immaginiamo per la nostra regione e per l’intero territorio lucano.
|

Legge 194, deputate di Sel in rosso come la donna icona della protesta ad Istanbul

Deputate di Sel vestite di rosso a Montecitorio dove si discute la mozione che chiede la piena applicazione della legge 194. Le parlamentari di Sel hanno deciso di richiamare l’attenzione sull’applicazione della legge sull’aborto, indossando un abito rosso come quello di Ceyda Sungar, la ragazza di Istanbul colpita dal gas urticante di un agente di polizia e diventata uno dei simboli della protesta contro il governo di Recyp Erdogan.
|

Treviso, Said e Pretty entrano in consiglio comunale. Primi eletti della seconda generazione

Giancarlo Gentilini, l’83enne che guida Treviso, direttamente o indirettamente, dal 1994, perde la sfida contro il 43enne Giovanni Manildo, renziano, che conquista la poltrona di sindaco. La notizia della sconfitta dello storico sindaco leghista di Treviso fa scalpore. Ma il Carroccio nella città veneta deve ingoiare un altro boccone amaro rappresentato dall’elezione di due nuovi consiglieri comunali. Si tratta dei due neo consiglieri eletti nelle file di Sel: Said Chaibi, di origini marocchine, che ha rappresentato un punto di riferimento per il movimento studentesco e le istanze dei migranti; Pretty Gorza, rappresentante di Sel e avvocato, nata in India e poi adottata a Treviso.
|

Turchia, Erdogan annuncia: tolleranza zero. La polizia occupa piazza Taksim

Il premier turco, Recep Tayyip Erdogan, ha annunciato che d’ora in poi sarà “tolleranza zero” con i manifestanti antigovernativi. “Questa questione è finita. Non avremo più tolleranza”, ha affermato davanti al gruppo parlamentare del suo partito islamico Akp poche ore dopo che la polizia ha preso il controllo di piazza Taksim.
Il premier turco ha anche confermato che i piani per la distruzione del Gezi Park andranno avanti. “Segheremo gli alberi di quel parco, saranno ripiantati in un altro posto” ha detto davanti al gruppo parlamentare del suo partito.
|

Vendola: dai ballottaggi emerge solare e dirompente la domanda di cambiamento

«Dall’esito dei ballottaggi emerge solare e dirompente quella domanda di cambiamento, di alternativa reale, di svolta sociale e civile che è rivolta al centro-sinistra, cioè alla coalizione che può e deve liberare l’Italia dal berlusconismo e dalla cattiva politica». Lo afferma Nichi Vendola, presidente di Sinistra Ecologia Libertà.
|

Centrale Mercure Laino Borgo, interrogazione di deputati Sel


“I deputati Antonio Placido e Ferdinando Aiello (Sel) hanno presentato un’interrogazione parlamentare ai Ministri dell'Ambiente e della Salute in merito alle vicende legate alla Centrale del Mercure di Laino Borgo”. A comunicarlo gli stessi parlamentari in una nota stampa.
|

L'incontro a Pisticci tra i lavoratori della ex Club Med e il sen. Giovanni BAROZZINO (SeL)



E’ stato l’amministratore delegato di Italia Turismo Spa, Patrizio Sarti, l’interlocutore di maggiorriferimento nell’incontro organizzato ieri mattina in prefettura per discutere dei futuriinvestimenti sul villaggio turistico ex Club Med di Pisticci. Vi hanno preso parte, fra gli altri, ilprefetto Luigi Pizzi, il sindaco di Pisticci, Vito Di Trani, l’assessore provinciale al turismo, NicolaBuonanova e due degli ex stagionali del complesso, al cui seguito vi erano anche i referentidella sezione pisticcese della Sel che proprio sabato scorso aveva combinato un incontro tra ilavoratori dell’ex Club Med, quelli ex Ergom, ed il senatore Barozzino, per interessarlo da vicinodi alcune delle problematiche occupazioni del territorio.
|

Sel Basilicata su VI Rapporto Fiat settore automotive



Con il 15% di auto in meno prodotte tra il 2011 e il 2012 l’Italia si viene a trovare tra gli ultimi posti della classifica industriale europea, almeno per quanto riguarda quello che ha sempre rappresentato uno dei settori strategici del nostro paese: quello automobilistico.
Il quadro poco felice è contenuto nel Sesto Rapporto su Fiat settore automotive in Basilicata realizzato dalla Fiom lucana. Ma quel che rende ancora più drammatica la realtà emergente dal Rapporto sono le cifre rapportate al Mezzogiorno e alla Basilicata, in cui alla crisi del settore auto primario si somma la crisi delle fabbriche della componentistica, che nel sud sono, per il 90%, monomandatarie della casa oramai italo-americana.
|

Ilva, Vendola: “Bene il Commissariamento ma delusione per nomina di Bondi”

Il Commissariamento dell’Ilva, per come annunciato dal Governo, è un risultato importante, è il necessario punto di svolta che può consentire di avviare concretamente ed efficacemente il risanamento del grande siderurgico tarantino. Inquinatori, bonificatori, risanatori non possono essere tutti nello stesso mazzo. Per questo la nostra proposta dinanzi ai nuovi provvedimenti giudiziari è stata proprio quella del Commissariamento, una proposta suffragata dai giudizi del Garante e cresciuta nella consapevolezza collettiva dell’inaffidabilità della proprietà.
|

Taranto, il governo decide per il commissariamento a tempo: chi ha inquinato non può risanare

“La decisione è di convocare oggi il Governo per un decreto che preveda un commissariamento temporaneo dell’Ilva, che consentirà di gestire l’azienda attuando l’Aia”. Lo ha annunciato il ministro dello Sviluppo, Flavio Zanonato, che ha riferito stamane nell’Aula della Camera sul caso Ilva. Vendola: “E’ giunto il momento nel quale tutta la politica e tutte le articolazioni dello Stato prendano atto dell’accaduto e cambiano l’approccio al problema Ilva”.
Il Consiglio dei ministri che dovrà mettere a punto un decreto per il commissariamento temporaneo dell’Ilva sarà convocato tra le 15 e le 17. “Siamo consapevoli che il risanamento non può essere condotto con la necessaria convinzione da chi ha determinato l’allarme ambientale di cui stiamo discutendo e che mette a rischio tante persone”,  ha affermato  Zanonato. Qundi la presa d’atto che chi determina il danno non può essere chi risana.
|

Turchia, la rivolta dilaga. Oggi sciopero generale. Tre vittime della repressione

Quella che era iniziata come una protesta pacifica contro la distruzione di un parco al centro di Istanbul si è trasformata nel corso dei giorni in un movimento popolare di protesta contro il governo Erdogan, le sue politiche di islamizzazione della vita pubblica e privata, l’intreccio nefasto tra interessi economico-immobiliari e elite politiche. Un movimento di popolo  oggetto di una repressione dura e continua,  culminata con l’assassinio di alcuni manifestanti.
|

Sel: urgente una commissione d’inchiesta sul legame tra politica e industria d’armi

Le procure di Busto Arsizio, Roma e Napoli stanno seguendo alcuni filoni d’indagine particolarmente inquietanti che evidenzierebbero una molteplicità di casi di corruzione internazionale e tangenti, von il coinvolgimento di esponenti di spicco della politica nazionale e il management di Finmeccanica e delle sue controllate.
Lo scrivono i deputati di Sel Piras, Duranti e Marcon in un’interrogazione ai Ministri della Giustizia e della Difesa sulle recenti inchieste tese a svelare il legame affaristico fra l’industria d’armi partecipata dallo Stato, le sue commesse e la rappresentanza politica ai vertici dello Stato.
|

Interrogazione di Sel alla Ministra: soldi dall’istruzione per costruire nave militare?

Alcuni giornali parlano del fatto che per finanziare una nave della Marina Militare, che servirà da appoggio alle forze speciali e per il soccorso ai sommergibili, si usano i fondi del Ministero della Pubblica Istruzione. Ma la ministra Carrozza lo sa?
Lo scrivono i deputati di Sinistra Ecologia Libertà in un’interrogazione alla titolare del dicastero di Viale Trastevere, su quanto riportato da Il Fatto Quotidiano nell’edizione di ieri circa l’utilizzo di 50 milioni di euro di fondi del ministero usati per sostenere i costi di una nave della Marina Militare.
|

Appello Eternit, sentenza storica: condannato a 18 anni il magnate svizzero Schmidheiny

Condannato a 18 anni di reclusione per disastro doloso l’imprenditore elvetico Stephan Schmidheiny, imputato a Torino nel processo Eternit. In primo grado era stato condannato a 16 anni. La Corte d’Appello di Torino ha ritenuto il miliardario elvetico responsabile di disastro anche per gli stabilimenti Eternit di Bagnoli e Rubiera.
|